электронная
54
печатная A5
235
18+
Sesso della stazione termale

Бесплатный фрагмент - Sesso della stazione termale

Mare, riposo, erotica


Объем:
18 стр.
Возрастное ограничение:
18+
ISBN:
978-5-4485-8180-9
электронная
от 54
печатная A5
от 235

18+

Книга предназначена
для читателей старше 18 лет

Parte 1

Questo è il mare! Spiaggia, resort, all inclusive, 5 stelle, super! Plus opportunità illimitate per datare e flirtare. A cena ero nello stesso tavolo con mia madre e mia figlia. Mia figlia è leggermente più giovane di me, mia madre è un po ‘più grande. Siamo arrivati troppo recentemente. Il nome di mia figlia è Vika, mia madre è Alla. Entrambi sono della stessa altezza, snella, la figlia ha i capelli alle spalle, la madre è corta. Entrambi moderatamente carini, si comportano come fidanzate, ma dall’esterno non si può dire che mamma e figlia, beh, esattamente — fidanzate. La mattina, camminando verso il mare, mi sono imbattuto in spiaggia. — “Vitaly, vai a noi!” Le carte giocate, bagnate, soleggiate, li portarono gelato. E in qualche modo accadde che il tempo cominciò a passare insieme. Insieme siamo andati a cene, insieme a prendere il sole, la sera abbiamo incontrato programmi di intrattenimento. L’amicizia con Vika e Alla mi ha bloccato la possibilità di incontrare altri viaggiatori singoli. Anche se, in verità, le single ragazze non esistevano realmente. Tutti o famiglie o aziende. Ma c’erano molte donne nel resort. Vika e Alla erano ben costruiti, piacevoli al viso, ma non erano così belli. Erano bravi a comunicare, scherzavano e risero molto. Con loro era facile e semplice, come con le vecchie conoscenze.

All’inizio ho deciso di priudarit per Vika, non con mia madre, ero impegnata a flirtare. Ma mia madre e mia figlia erano quasi inseparabili. Un paio di volte sono riuscito a rubare Vic. Abbiamo camminato per la città lungo il terrapieno, siamo andati in un ristorante locale. Vika non ha fatto davvero corteggiamento. Non riuscivo nemmeno a baciarla una volta. E i giorni volarono velocemente, uno per uno… Venne una cena, domani Alla e Vika volano a casa. Era un po ‘triste, ma presto avrei lasciato qui i luoghi ospitali. Ci siamo seduti a tavola tutti già riposati, abbronzati, condiscendenti guardando ai nuovi arrivati bianchi. Alla fine della cena, quando Alla andò a aggiungere dessert, Vika mi fece improvvisamente una nota. Il viso era misterioso. “Leggilo nella stanza” disse lei. Ho nascosto la nota in tasca. Cosa significa? Ero in perdita. Dopo il pranzo, era necessario stare in camere con aria condizionata, era ancora caldo nel “giardino” durante il giorno. “Vieni a una mattina al nostro posto sulla spiaggia”, è stato scritto nella nota. Davvero? Vicochka mi dà una data? Questa è l’ultima notte…

In serata a un concerto di performance amatoriali locali mi sono seduto accanto a Vika, anche se il posto con Alla era anche gratuito e sarebbe più conveniente sedersi lì. Mi avvicinai a Vick e cominciai a colpire impercettibilmente la mano. “Non adesso”, la ragazza mi sussurrò e si mosse leggermente. Beh, non adesso, non adesso. Ho appena trovato la notte. Ha rasato, messo in peso, messo sulla camicia da vestito. Ho preso una bottiglia di vino e un mazzo di fiori. “Il nostro” posto sulla spiaggia era un po ‘lontano dal principale, c’erano meno persone, nel pomeriggio. Di notte il posto era completamente deserto e scuro. La spiaggia di sabbia e il mare sono illuminati solo dalla luce lunare muta. Le onde rotolano lentamente lungo la riva, non ci sono altri suoni. Mi sono seduto sulla sabbia, ha aperto la bottiglia, ho versato il vino sopra i bicchieri e ho aspettato.

L’orologio era già mezzo passo, quando ho sentito un grido: “Vitalik!” Il suono è venuto dall’oscurità, dal mare. Ho guardato, non c’era niente. — “Vika, tu?” — “Io!” Ho buttato via la mia camicia e jeans sulla sabbia e saltato in mare. “Vika, dove sei?” “Sono qui”. Ho nuotato al suono. L’anticipazione di vedere un corpo nudo (quasi) femminile vicino a me in questa notte nera mi agitava. Sembrava che potrei nuotare nuovamente questo mare da fine a fine. E così l’ho vista. Ha nuotato. Mi precipitai a Vick. Mi ha visto, “si è precipitata”, ha deciso di giocare a recupero. Vika e Alla hanno nuotato bene, ero già convinta di questo. Ma ero anche un buon nuotatore. Abbassando la testa nell’acqua, ho guadagnato con forza le mie mani e piedi, mandando il corpo per il fuggitivo. Presto ho cominciato a superarlo. Ecco i tacchi, molto vicini. Tocca ancora, ma no, non si arrenderà. La gara continua. Ma il mio orgoglio maschile era già toccato. Una ragazza mi fa “come un ragazzo”. Ho acceso la velocità massima. Per qualche tempo la nostra ricerca continua fino a quando non ho afferrato la caviglia. Continuando a navigare dopo Vika, ho notato qualche assurdità nel suo aspetto, ma non ho attribuito alcuna importanza a questo. E adesso, afferrando Vika per la gamba, sono stato faccia a faccia con… Alla.

“Alla, come hai finito qui?” — “Bathed”. — “E dove è Vika?” “E Vika è a casa, addormentata”. Una pausa. Dobbiamo tornare in riva. “Dobbiamo tornare in riva,” dico. “Sì, torniamo” dice Alla. E dove è la riva? Le luci della riva erano molto dietro. Ci nuotiamo a loro. Veniamo lentamente, non c’è più da affrettarsi. Alla vela nelle vicinanze, respira pesantemente, è stanca. “Stai bene?” Chiedi. “Sì, sono un po ‘stanco, sto nuotando”, sorride. Guardo da vicino Alla, dall’angolo del mio occhio. Una giovane donna nel suo primo. È carina. E sembra che mi sono innamorata, una volta che ho mentito a una data, di notte, in mare. Ha una vita stretta, un culo appetitoso e come fa le gambe nello stile di una rana. Come le gambe sono spinte sessualmente … “Vitalik, sono stanca”, dice. “Lasciami prendere in giro,” dico, “ti posa sulla schiena, ti prenderò da sotto.” Mi appoggio sulla schiena, strisciando sotto Alla, prendendo le ascelle e cercando di nuotare. Ma tu non nuoterai finora. Da una tale vicinanza dei nostri corpi, ho immediatamente un’erezione e Alla si sente sicuramente. Ed è così scomodo nuotare. Proviamo diversamente. Alla prende la schiena, mi stringe il collo. Stiamo quasi annegando. E la riva è ancora lontana. Abbiamo nuotato nuovamente nelle vicinanze. I nostri corpi sono così vicini. E si desidera nuotare e nuotare con esso per sempre, anche se la banca e non si sta avvicinando.

Бесплатный фрагмент закончился.
Купите книгу, чтобы продолжить чтение.
электронная
от 54
печатная A5
от 235