электронная
54
печатная A5
235
18+
Porno

Бесплатный фрагмент - Porno

Sesso online


Объем:
13 стр.
Возрастное ограничение:
18+
ISBN:
978-5-4485-6799-5
электронная
от 54
печатная A5
от 235

18+

Книга предназначена
для читателей старше 18 лет

Dopo aver digitato in qualche modo nel motore di ricerca “gigporno” o “bigporno”, ero sul sito che avevo bisogno. Nel titolo di argomenti pornografici ho scelto di solito “sesso di gruppo” o “donne mature”. Non era un’eccezione e questa volta. Ho guardato le scene del sesso di gruppo, ammirato il fascino delle donne di mezza età e stava per parlare di un episodio specifico, dato che la mia attenzione è stata attirata dall’immagine della “chat”. Di solito nelle chat collegate ai siti porno, partecipano ragazze di sedici (in apparenza), che non mi hanno attirato la mia attenzione. E poi vidi una donna matura, leggermente “nel corpo”, una bionda vestita di un leggero abito. La donna era bella, era seduta di fronte alla telecamera sul divano e gettò delicatamente le spalle. Qualcosa in lei era così “innaturale”, i suoi movimenti erano un po ‘falsi e il sorriso sul suo volto sembrava anche irreale. “Clicca qui” — leggere l’iscrizione nella foto. E ho premuto. Il rischio di entrare in qualcosa di spiacevole, ovviamente, era, ma tutti hanno superato il mio interesse improvviso per la vecchia chat della donna. Ho messo le cuffie con un microfono, siamo stati in contatto.

“Ciao” dissi.

“Ciao,” disse la bionda.

— Come stai?

“Va bene”, sorrise la donna imbarazzata. “Vuoi divertirti con me?”

— e quanto costa?

“È conveniente per te, bello.”

“Come fai a sapere che sono bello, perché la mia fotocamera non è accesa?”

“Lo sento nella tua voce.”

Pensavo un po”. Il prezzo non era molto basso. Ma era necessario decidere e pagare o lasciare la chat.

— Incontriamo domani? — ho suggerito.

— Accidenti, — ha accettato la bellezza. — Inserisci il collegamento nei segnalibri.

Lo facevo. Il giorno dopo non mi sono lasciato per la comunicazione, ma solo dopo pochi giorni.

— Ciao!

— Ciao, bello.

Ho arrossito, perché questa volta ho acceso la mia fotocamera. Mi è piaciuta veramente?

“Qual è il tuo nome, bello?” Quanto tempo ci vuole per prenotare una sessione?

Ci siamo conosciuti, la bionda è stata chiamata Larissa. Forse era il suo soprannome, soprannome. La donna mi ha chiesto cosa vorrei vedere. Ho esitato.

— Vuoi che spogliami?

“Sì,” mormorai.

Larissa cominciò a svegliarsi lentamente. Musica morbida suonata dolcemente. Ho attaccato gli occhi allo schermo. Larissa lentamente cominciò a correre davanti alla telecamera. Con un mezzo sorriso sul viso, aprì leggermente l’abito, poi chiuse il corpo. Qui la bionda rilasciò prima una mano, poi l’altra. Le spalle erano spoglie, copriva i seni e le cosce con un abito. Sotto (ho già avuto il tempo di scoprire) erano un reggiseno e mutandine di colore blu scuro. Qui l’abito cadde sulla cintura. Il seno a Larissa era magnifica, ma la vita era in posizione e non c’era praticamente alcun stomaco. Rimase in un costume da bagno.

“Bello, sei pronto a guardare ulteriormente?”

“Pronto,” ho inghiottito.

“Be”, quindi, sbottonare il reggiseno.” Lei la riportò alla telecamera.

— E come?

“Okay, visto che non vuoi aiutarti, dovrai farti da soli.” Rise a ridere.

La risata di Larissa era meravigliosa, così rotolante e vellutata. Sbottonò l’fibbia, la schiena a me, gettò il reggiseno e si voltò bruscamente. Ha coperto i suoi seni con le mani.

“Beh, vuoi vedere i miei tesori?”

— Lo voglio.

Larissa si avvicinò alla telecamera e cominciò lentamente a rimuovere le mani, rivelando i suoi seni interi bianchi. Poi portò sul primo schermo il primo capezzolo, poi l’altro. Mi sono seduto senza respirare, cercando di non perdere un momento meraviglioso. Qui la camera cominciò a diminuire, dal seno nudo su uno stomaco, sotto, ancora più basso. E appoggiato contro il piccolo triangolo blu di stoffa.

— Beh, vuoi vedere il mio posto principale?

Sentivo la sua voce tremare. È davvero nuova a questa attività? O mi piaceva davvero?

— Aspetta un po”, — ero spaventata da qualcosa. “Dai un’occhiata migliore”.

— Beh, guarda.

Larissa si voltò verso il bottino della macchina fotografica, si chinò. E in quel momento… ho finito. Vigliacchi pieni di liquido caldo. Mi respirava il fiato. Lei, a quanto pare, lo sentiva. Larissa si avvicinò allo schermo, guardando in faccia.

“Bello, hai già finito?”

“Sì” annuivo.

Lei rise.

— Beh, non vuoi che mi svegni più tardi? Tu e io abbiamo ancora tempo.

“Aspetta, non disattivare, parliamo.”

— Vieni, — Larissa gettò un abito e si sedette su una sedia di fronte allo schermo.

“Lo stai facendo da molto tempo?”

“Ascolta, Vadik, non possiamo parlare di questo argomento.

“È che qualcuno sta ascoltando?”

— No, ma ci sono regole. Non possono essere violati.

— E se si rompe, cosa succederà?

“Non voglio parlare di questo.”

“Da dove sei, da dove vivi?”

“Non parlare di me”.

— E cosa parlare?

Бесплатный фрагмент закончился.
Купите книгу, чтобы продолжить чтение.
электронная
от 54
печатная A5
от 235