электронная
54
печатная A5
236
18+
Gadget sessuali

Бесплатный фрагмент - Gadget sessuali

Agenzia Amur


Объем:
15 стр.
Возрастное ограничение:
18+
ISBN:
978-5-4490-4397-9
электронная
от 54
печатная A5
от 236

18+

Книга предназначена
для читателей старше 18 лет

Ho visto un’offerta interessante su Internet. Alcune aziende rappresentano gli ultimi sviluppi nel campo delle offerte mobili, gadget. Alcuni di loro sarebbero utili per me (noi) e nel lavoro professionale. Mi piacevano due gadget, una direzione sessuale, direi. Il primo ha permesso attraverso lo schermo dello smartphone di vedere un uomo senza vestiti, nudo. Come donne e uomini, tutto. Il secondo suggeriva di determinare la quantità di attrazione sessuale (per donne e uomini separatamente) per i feromoni che assegnavano. La scala della testimonianza delle “predilezioni sessuali” consisteva, come un arcobaleno, di sette colori. Dal viola al rosso. Colore viola — l’assegnazione minima di feromoni sessuali, rosso — il massimo. Era solo necessario ricordare l’alternanza dei colori dell’arcobaleno. Ma per questo ho avuto una frase memorizzata fin dall’infanzia. In russo suona come questo: Ognuno (colore rosso) cacciatore (arancione) desidera (giallo) per sapere (verde) dove (blu) si siede (blu) fagiano (viola). Ho firmato un piccolo contributo per entrambi i servizi. E i gadget scaricati (applicazioni mobili) sul tuo telefono (smartphone).

Ho deciso di non investire nelle acquisizioni aziendali in modo da poterle testare. Ho fatto clic sulla prima applicazione “uomo nudo” e ho inviato uno smartphone a Victoria. Era seduta al suo computer, al lavoro. Sullo schermo del telefono apparve la sua sagoma nuda, coperta di vestiti trasparenti. Ma il posto intimo copriva il tavolo. Mi ha guardato dallo schermo del computer.

— Mi stai fotografando?

— No, sto controllando l’applicazione.

— Quale applicazione?

“Allora te lo dirò.” E andare in giro.

Vika si alzò e girò per la stanza. Oooh! Sexy! E quale lino erotico su di esso, queste mutandine con uno spago invece di stoffa sul prete. Quindi, ok, controlliamo la seconda applicazione. Ho acceso il gadget “desiderio sessuale” (per le donne) e ho messo il telefono sul tavolo. Lo sfondo dello schermo era viola.

“Vika, ti piaccio?”

“Come uomo o come capo?”

— Come uomo.

— Beh, si.

“Che” sì”?

— Ti piace.

Lo sfondo è rimasto viola.

— E quanto ti piaccio?

L’assistente mi ha guardato attentamente.

“Ascolta, Oleg, mi stai picchiando con le tue stupide domande.”

— Perché sono stupidi?

Era necessario pensare a qualcosa per far assegnare a Victoria i feromoni.

“Vika, ti ricordi come viaggiavamo in treno con te e te?”

“Nella coupé?”

— Sì.

— Ricordo, perché hai bisogno di questo?

— Ho pensato, non andiamo da nessuna parte con te da molto tempo. Ora dovremmo andare di nuovo da qualche parte. Insieme. Sdraiati su uno scaffale, risolvi i cruciverba, bevi il tè. Ricordo quanto era bella la tua biancheria intima. Mutandine e reggiseno di colore blu, set. E oggi su di te che è vestito?

Lo schermo dello smartphone con il colore viola diventa blu.

Vika mi guardò perplessa.

— Su di me e ora lingerie sexy.

Volevo dire che lo so, ma mi sono preso in tempo.

— E mostra.

“Oleg, è ancora mattina, siamo sobri.” Perché hai iniziato questa conversazione?

“Perché è necessario fare qualcosa?” Mi sono appena ricordato quella notte sul treno. Le luci delle stazioni volano oltre la finestra, le ruote battono e tu mi cavalcerai come un cavaliere.

Sto guardando il telefono. Il colore dello schermo è già blu.

“Vuoi che indovini il colore delle tue mutandine?”

— Bene?

— Rosso.

“Non è rosso, è rosa.”

— Mostrami.

Presi il telefono e andai con lui alla scrivania di Vicki.

— Sei serio?

“Mostrami il limite.”

Victoria si alzò dalla sedia, sbottonò il bottone della gonna e quasi la abbassò. Sì, le mutandine erano rosa. E lo smartphone è già verde.

— Ti piacerebbe?

Mi sono avvicinato a lei e ho toccato una striscia aperta di pelle sul mio fianco. Victoria non ha detto niente. Ho sbottonato i bottoni rimanenti sulla gonna e l’ho aiutata (la gonna) a scendere. Il telefono è diventato giallo. Ho preso la stringa di mutande e li ho lasciati cadere. Resta da mettere la donna sul tavolo e sbottonarle i pantaloni. Ma in quel momento bussarono alla porta. Lo schermo del mio telefono sulla scrivania era arancione.

Mi sono chiuso a Victoria, che stava tirando su le mutandine e una gonna.

“Non metterò in mezzo?”

Un uomo di mezza età entrò nella stanza.

“Entra, per favore.” Invitai il visitatore a sedersi. — Vika, per favore, prepara un caffè.

L’assistente imbarazzata e arrossata scivolò fuori dalla stanza.

— Vedo che hai una squadra amichevole qui. Ma non mi riguarda. Io a te su una tale domanda. Mi chiamo Stanislav Valeryevich.

— Oleg.

L’uomo annuì e continuò.

Бесплатный фрагмент закончился.
Купите книгу, чтобы продолжить чтение.
электронная
от 54
печатная A5
от 236