электронная
54
печатная A5
235
18+
Donna matura

Бесплатный фрагмент - Donna matura

Tentazione involontaria


Объем:
16 стр.
Возрастное ограничение:
18+
ISBN:
978-5-4490-3290-4
электронная
от 54
печатная A5
от 235

18+

Книга предназначена
для читателей старше 18 лет

All’inizio dell’estate, quando lo studente ha iniziato una vacanza, ho inviato il questionario e foto ad un’agenzia di reclutamento. Alcuni giorni dopo ho ricevuto una chiamata. Fuori dalla città, in un villaggio di cottage d’élite, c’è un posto per un giardiniere e un operaio. Con i pasti e l’alloggio. Sono andato alla riunione. L’intervista è stata condotta dalla padrona di casa, Anna Avgustovna. Ha vissuto qui da sola con suo marito. Il marito è un grande uomo, un funzionario, un uomo d’affari o entrambi. Anna Augustovna era una bella donna. Si può vedere che ha una buona educazione e che appartiene a una società superiore. La crescita nella padrona di casa è nella media, anche il fisico. Non magro, ma non grasso. A questa età, 40—45 anni, corpo versato il succo per le donne di quel piacevole rotondità, che mette in evidenza il loro luogo più appetitoso. Un po”, solo un po’, fianchi larghi, vita più snello, moderatamente grandi seni e la mancanza di grasso e le rughe in tutti gli altri luoghi. In generale, Anna Augustovna era di nuovo “bacca”. Con lussuosi capelli bianchi e un bel viso. I suoi occhi blu sembravano attentamente e probabilmente leggevano tutti i miei pensieri. Sono arrossito. Dotare casalinga è stato controllato abito bianco-blu con maniche corte e gonna a pieghe blu. Sul suo petto c’era un grande arco blu. La gonna raggiunse a malapena le sue ginocchia, rivelando le sue gambe snelle in eleganti pantofole. Il lavoro doveva essere semplice. Falciare il prato, lavare la piscina, prendersi cura di alberi e arbusti. Inoltre, diversi lavori di casa. Non c’erano requisiti speciali per il richiedente. Mi hanno preso.

Il giorno dopo ho incontrato il proprietario della casa. Più precisamente, gli fu assegnato il suo cenno. L’uomo si chiamava Boris Viktorovich, era più vecchio di sua moglie. Agli occhi immediatamente si affrettavano maniere importanti e leggero disgusto per gli altri. Lavora nel giardino e non ero interessato a lui. La cameriera, Ira, e il cuoco, Marina Alekseevna, lavoravano ancora in casa. La cameriera e il cuoco non vivevano qui, sono venuti a lavorare al mattino. Mi è stato dato un piccolo cottage estivo nelle profondità del giardino. Il primo giorno lavorativo ho iniziato con una falciatura. Il mio tosaerba funzionava correttamente, ho tagliato anche le strisce erbose appena tagliate sul prato. Anna Augustovna uscì di casa, andò alla piscina e si sedette a un tavolo sotto il tendone. Mise sul tavolo un computer portatile e un bicchiere di succo. La padrona di casa era di fronte a me. Si appoggiò allo schienale della sedia, allargò leggermente le gambe. Anne Avgustovna è stato gettato su un facile, top tunica sbottonata di colore giallo, da sotto, che faceva capolino il reggiseno blu. Sul naso della proprietaria c’erano occhiali dal sole, e sulle loro teste un cappello di paglia. E forse mi sembrava, ma la donna era senza mutandine. È vero? Dovremmo avvicinarci per vedere. Ma come si può fare? Dopotutto, non ho gli occhiali neri, vedrà immediatamente dove sto guardando. E sugli occhiali più vestiti, attraverso i quali non riesco a vedere la direzione dei suoi occhi. O lei guarda il computer o me. Cominciai ad avvicinarmi lentamente ad Anna Augustovna, cercando di esaminare impercettibilmente le sue gambe sotto il tavolo. Dove erano connessi, c’era sicuramente qualcosa. Ma in particolare, una striscia di mutandine o cosa? O forse mi ha deliberatamente tentato? Forse le piaceva, come un uomo? Sera, quando ero sdraiato nel mio letto, davanti ai miei occhi e apparso come Anna Avgustovna con la loro nuda, si sviluppa a pezzi sotto le gambe del tavolo.

Era un bel clima estivo, il sole splendeva, le piogge erano rare. Ero quasi sempre all’aria aperta, c’era abbastanza lavoro sul sito. Anna Augustovna mi ha dato dei compiti, li ho eseguiti. Oggi ha lasciato la casa per prendere il sole. Distesa sul lettino, con i suoi occhiali neri e un cappello di paglia, la mia amica ha letto. Ero fidanzato con i fiori. Di tanto in tanto, guardavo Anna Augustovna, ancora un bel corpo.

“Maxim, vieni qui”, mi chiamò.

Mi sono avvicinato

— Per favore, dammi una crema color crema, — Anna Augustovna mi ha guardato con gli occhi blu-verdi attenti. “Vai a lavarti le mani prima con acqua e sapone”.

Sono andato a lavarmi le mani e ho preso la crema. La signora era sdraiata sul suo stomaco, sostituendo la mia schiena liscia per le mie mani. La parte posteriore del tocco non era solo liscia, ma anche elastica. Ho applicato l’unguento dal tubo uniformemente su tutta la sua area, cercando di non avvicinarmi alla striscia di mutandine e allo stomaco.

— Annulla il reggiseno, si intromette.

Ho sbottonato la fibbia, ho massaggiato la schiena di mia madre con le dita sotto di essa. Il corpo di Anna Augustovna era caldo dal sole. La crema non solo ha inumidito la pelle, ma anche leggermente raffreddata. Ho smesso di muoversi, ho paura di disturbare la signora con i miei movimenti goffi.

— Dai, vieni, massaggia di nuovo. Sei bravo in questo.

Ho continuato la procedura. Ora l’ho fatto con grande sensibilità. Le sue dita accarezzavano dolcemente e ansiosamente la piacevole pelle femminile. Mi ha dato un grande piacere sensuale.

“E tu hai le mani tenere”, Anna Avgustovna sollevò leggermente i gomiti, voltandomi la faccia. — Non hai lavorato come massaggiatore?

— No.

“Va bene, vai, grazie.”

Nel momento in cui la donna si alzò in piedi, i miei occhi aprirono parte del suo magnifico torace. Era delizioso — un frammento dei grandi seni bianchi di una donna molto sexy che giaceva quasi nuda di fronte a me. Mi sono sentito arrossire.

— Bene, vado.

— Vai, vai, hai molto lavoro.

E tornai di nuovo a occuparmi di fiori, guardando periodicamente la donna che prendeva il sole. Distesa sulla sua pancia, Anna Augustovna rotolò sulla sua schiena. Non si abbottonò il reggiseno e si coprì il seno con le tazze dall’alto. Pancia e gambe, si unse con crema. Ma la padrona di casa ha preso il sole e se n’è andata. E mi sono buttato a capofitto nel lavoro. C’era davvero molto lavoro. Non appena ne ho finito uno, Anna Augustovna me ne ha regalata un’altra.

Бесплатный фрагмент закончился.
Купите книгу, чтобы продолжить чтение.
электронная
от 54
печатная A5
от 235