электронная
396
печатная A5
486
18+
Storie erotiche

Бесплатный фрагмент - Storie erotiche

Il secondo dieci


Объем:
159 стр.
Возрастное ограничение:
18+
ISBN:
978-5-4493-1563-2
электронная
от 396
печатная A5
от 486

18+

Книга предназначена
для читателей старше 18 лет

Sex-caccia

A caccia di una bellezza nuda

Una volta, vagando su Internet alla ricerca di suggerimenti per il riposo esotico, mi sono imbattuto in un annuncio. Sex tour per singoli uomini facoltosi su un’isola selvaggia nell’Oceano Pacifico. Il tour si chiama: «Cattura la bellezza nuda». Le informazioni mi interessavano e sono andato sul sito web dell’azienda organizzatore. Mini-hotel (per 5 persone!) Sulla micro-isola. Tutti i servizi, cucina eccellente, programma culturale. Ogni sera, lo spettacolo è la scelta della bella Miss Island da ragazze del posto. Sul sito ci sono foto di alcuni di loro. Davvero, bellezze. Il vincitore della competizione, determinato dagli ospiti del tour, si spoglia nuda, viene rilasciato nella foresta e inizia la caccia. Coloro che la prendono, ricevono un assegno per una grossa somma di denaro e la ragazza stessa per il sesso. Il prezzo? Un po ’caro, certo, ma mi interessava la pubblicità. Ho composto il numero di telefono nell’annuncio.

Una certa quantità di ore sulla strada, e ora sto volando su un motoscafo, analizzando le limpide acque dell’Oceano Pacifico. Il sole, il mare, la bellezza delle isole tropicali, rendono l’inizio della vacanza un gioioso e promettente.

Questa è la nostra isola. Un porto accogliente, un piccolo molo. Lei è una dipendente del resort. Mi saluta, prende una valigia e saliamo sul sentiero per l’hotel. L’edificio dell’hotel è di colore scuro, è tozzo e sembra nascondersi tra il verde circostante. Una grande terrazza in legno si apre sul mare. All’interno dell’edificio c’è il silenzio, il crepuscolo (dopo il sole splendente), un’atmosfera solida e lussuosa. La camera è anche buona, due camere, tutti i comfort, vista sul mare, TV e computer.

«Il ristorante è aperto 24 ore al giorno, signore.» Lo spettacolo serale inizierà alle 21 in punto, sulla terrazza.

Dalla strada farò una doccia e mi sdraio, finché la sera è ancora lontana.

Alle nove di sera, indossando una camicia pulita, uscii sulla terrazza. Il sole era già tramontato, le stelle brillavano nel cielo, l’intera piattaforma era illuminata da luci colorate. La musica suonava, in una piccola camera da camera le ragazze in costume nazionale eseguivano brani ritmati. C’erano diversi tavoli sulla terrazza. L’impiegato mi ha condotto a uno di loro, dove c’era un cartello con il mio nome «Michael». Il cameriere arrivò, portò il menu. Ho ordinato diversi piatti locali, una bottiglia di vino. In totale prima del palco c’erano 5 tavoli a semicerchio, 2 dei quali erano vuoti. Non lontano da me sedeva un sano scandinavo di nome Gustav, probabilmente uno svedese. Un altro tavolo era occupato da Mark, un piccolo cellulare italiano o ebreo. A me ha sventolato una mano amichevole. Gustav si occupava ferocemente del piatto di cibo, lanciando occasionalmente occhiate pesanti. Bevvi un sorso di vino e presto portai un piatto del giorno: un pesce stufato con verdure. Pesce e verdure sono esattamente ciò di cui ho bisogno in questo momento. Per la prossima «caccia».

Dopo aver mangiato con lo svedese e mangiato l’italiano, sul palco apparve un uomo con un cappotto.

«Buona sera, signori!» A nome della compagnia «Sex-hunting», vi do il benvenuto su questa bellissima e ospitale isola. Mi chiamo Alex.

Si fermò per un momento.

— Ora iniziamo il tradizionale gioco giornaliero «Catch the naked beauty». Ti parlerò del gioco in modo più dettagliato.

Alex si guardò allegramente attorno agli ospiti presenti.

— Siamo con te non un’isola disabitata. Qui, ad eccezione del nostro hotel, non c’è niente. Foresta pluviale solida. Ecco la mappa dell’isola.

Sul palco era acceso un grande schermo con una mappa.

— La nostra isola è piccola, di forma irregolare, il suo diametro maggiore è di circa un chilometro. Ecco la laguna, qui c’è la collina, qui c’è il torrente, ma la «baita dell’amore», ma a riguardo più tardi. Siamo qui con te.

Puntò il puntatore sull’icona «Hotel» sulla mappa.

— Sebbene l’isola sia selvaggia, viene ripulita da una flora e una fauna pericolose per gli esseri umani. Non ci sono serpenti, scorpioni e coccodrilli.

Alex rise.

— Non ci sono nemmeno persone sull’isola. Tutti loro sono solo sul sito. Pertanto, ad eccezione dell’hotel, l’intero territorio dell’isola è terreno di caccia. Qui solo cacciatori e selvaggina. Il cacciatore che ha catturato la partita riceve un assegno per una grande somma. Dopotutto, non è facile catturare la nostra bellezza, corrono tutti e nuotano bene. Inoltre, gioco preso — un partner sessuale eccellente. Con esso puoi fare qualsiasi cosa. L’unica richiesta ai gentiluomini — non picchiare le ragazze, non ferirle.

Il capo si fermò di nuovo.

— La stagione di caccia dura esattamente un giorno, dal momento della fine dello spettacolo di oggi, fino alle nove di sera di domani. Se il cacciatore ha preso il gioco, può portarla alla «Baracca dell’Amore» per le carezze e per soddisfare la carne. La prova che il gioco viene catturato servirà come un braccialetto speciale rimosso dal suo piede. Eccolo.

Alex ha mostrato un bellissimo braccialetto blu con un bottone rosso.

— Qual è il pulsante per il braccialetto? Abilitandolo, puoi seguire il gioco. È un radiofaro. Il segnale da esso viene trasmesso allo schermo e i cacciatori sapranno sempre dove si trova il gioco al momento. Qui, accendo il pulsante. Vedi? Ora il braccialetto è sulla terrazza dell’hotel.

Sullo schermo, nell’icona «Hotel», una luce blu pulsava.

— Afferrando la ragazza, il cacciatore rimuove il braccialetto dalla sua gamba e spegne il bottone. Il pulsante disabilitato indica la fine della caccia. Presentando questo braccialetto in futuro, il cacciatore riceve un assegno in cambio. Finora, tutto è chiaro?

L’organizzatore guardò a turno gli uomini. Quando i suoi occhi incontrarono i miei, annuii in risposta, dicono, tutto è chiaro.

— Dopo aver rimosso il braccialetto dalla gamba della bellezza, il cacciatore può possederlo fino alla fine dello spettacolo, fino alle 9 di sera. Il sesso cacciatore e il gioco possono essere praticati ovunque sull’isola, ad eccezione dell’hotel. Il posto più conveniente per il divertimento erotico sarà, ancora, «La capanna dell’amore». C'è un letto elegante, ci sono lenzuola pulite e una doccia. Bene, come tutto ciò che ho detto.

L’host sorrise.

— E ora il più interessante, iniziamo la scelta della bellezza di oggi. Chiedo alle ragazze sul palco.

Sul palco arrivarono cinque ragazze in costumi dipinti. Noi con l’italiano battevamo le mani.

— In primo luogo, le ragazze a turno ci cantano un versetto di una canzone nazionale sull’amore.

Le ragazze hanno iniziato a cantare. Hanno cantato bene, ed erano bravi, giovani e belli. Il secondo numero del programma stava ballando. Anche i candidati a ballare nel gioco non sono male. I loro corpi erano flessibili ed elastici.

— Ora chiederemo ai nostri concorrenti di spogliarsi. Ma non completamente, ovviamente.

Le ragazze sono salite sul podio con mutandine e reggiseni. Per la musica, hanno fatto semplici esercizi di danza.

— Bene, è ora di scegliere il vincitore. Signori, sul tavolo ci sono segni con punteggi da uno a cinque. Il punteggio più alto è 5. Chiamerò le ragazze e alzerai i segni.

Ha vinto il concorso Tuy. Mi è piaciuto anche di più. Altezza media, capelli neri, con un bel viso affabile e una figura sexy.

«Ora chiederemo a Tuy di spogliarsi.»

Thuya andò dietro la tenda. E lei uscì completamente nuda. Ho sentito di avere un’erezione. Alex andò a Mar, indossò abilmente il suo braccialetto alla caviglia e accese il pulsante. Un punto blu apparve sullo schermo.

— E ora, signore e signori, le ragazze-concorrenti vi canteranno alla fine una canzone intitolata «Buona fortuna al coraggioso cacciatore». Canteranno senza Tui, che si è già precipitato nella foresta. La fine della canzone significherà l’inizio della caccia. Buona fortuna a te!

E Alex ha lasciato il palco. Le ragazze iniziarono una piacevole canzone melodica, alla quale la fiamma blu partì dall’albergo. Ma ora la scena era vuota e sulla terrazza c’erano solo tre cacciatori, fissando intensamente lo schermo. Dove andrà Tuy? Probabilmente nella capanna dell’amore.

Prima caccia

Mi sono seduto a un tavolo, ammirato le stelle, seguito con la coda dell’occhio dietro il segnale di Tui e meditato. Da dove cominciare? Dovremmo iniziare con la stesura di un piano. Proprio così, scagliato via subito dopo la ragazza, non c’era motivo. Di notte, nel buio, era impossibile trovare e prendere il gioco. Anche se Tuya passasse la notte nella Stamberga, ci sono probabilmente poche possibilità di vederla inosservata. Non sarò come un italiano inesperto che immediatamente è corso nella foresta subito dopo la fine della canzone. Ma non sarò come lo svedese, che ha ordinato un altro decanter di vodka. Con un tale «bagaglio» nello stomaco, non è affatto un concorrente per me. Ho ordinato il caffè. A giudicare dall’esperienza degli uccelli da caccia, a prendere il gioco, seguito con i primi raggi del sole.

Alle cinque del mattino, sono stato svegliato da una sveglia. Mi sono vestito, sono andato in un ristorante e ho fatto uno spuntino. La notte regnò sull’isola. Il mio gioco, a giudicare dalla luce blu, era in riva al mare. Un italiano importuno, probabilmente, raggiunse la notte prima della capanna e la ragazza dovette lasciarla. Sto spingendo me stesso. Le stelle mi aiuteranno ad orientarmi sul terreno. È impossibile avvicinarsi a Touye sulla spiaggia sabbiosa. Ma all’improvviso puoi saltare fuori dalla foresta. Quindi, usciamo verso la costa, la percorriamo e per 100 metri andiamo nella foresta e ci facciamo strada, avvicinandoci alla vittima. Così ho fatto.

Era già leggero quando sono arrivato al punto di partenza. Ho visto Thuja dalla foresta. La ragazza nuda era seduta su un tronco vicino all’acqua e, a quanto pare, stava sonnecchiando. Ho iniziato a insinuarsi silenziosamente verso di lei, ma qualcosa mi ha dato via. O l’uccello che è volato o il rumore dei passi. La Bellezza saltò su e si precipitò nell’acqua. Corsi al mare. Non avevo intenzione di competere con il gioco nei miei piani. Tui salpò dalla riva e, vedendo che non entrai nell’acqua, cominciò a stuzzicarmi. Mi salutò con la mano, gridando «Dai, dai.» Poi cominciò a saltare in vita fuori dall’acqua, stuzzicandole i seni stretti. Apparentemente, nel mare la ragazza era «come un pesce nell’acqua». E potrei stare lì fino a sera. Poi la bellezza ha iniziato a fare una capriola, esponendo periodicamente dall’acqua il suo culo estremamente attraente. Era insopportabile. Cosa fare, salire in acqua? Ma non sono nemmeno nudo.

Pensando un po», mi spogliai, poi, avendo deciso, mi sono tolto i tronchi. Nudo come Tui, entrai nell’acqua. La ragazza ha cominciato a salpare. Non ho avuto altra scelta che andare al trucco. Ho fatto finta di nuotare molto male. Ho nuotato come un cane nella direzione del mio gioco. Il gioco, vedendo che non rappresentavo un grande pericolo, ha permesso alla distanza tra noi di riunirsi. Mi prendeva ancora in giro, sostituendomi agli occhi per i corpi, per il didietro. E non mi sembrava volgare. La donna nativa, una donna nel pieno della vita e degli anni, era pronta per la carezza e il sesso. Tutti i suoi movimenti dovevano attirare i maschi. Inoltre, la femmina era nuda. Nudity Tui mi ha emozionato tremendamente. La vicinanza del suo corpo flessibile tendeva tutte le cellule del mio corpo. Il mio corpo maschile era già il più stretto possibile. E lei lo vide e rise di me.

Cogliendo l’attimo in cui Touya distolse lo sguardo per un secondo, mi precipitai da lei. Il gioco ha destato, cercato di fuggire, ma ho già guadagnato velocità. Dopo un po ’di nuoto, le ho afferrato una gamba. Ma Tuy non ha intenzione di arrendersi, ha combattuto. Ho provato ad arrivare al braccialetto, ma nell’acqua, nella lotta con la giovane donna, è stato abbastanza difficile. È necessario trascinarlo a terra, ma è anche difficile. E poi ho afferrato la ragazza per i capelli. Avendola ferita, ho fatto la cosa giusta. Sentendo il potere maschile, Tui fermò il combattimento. Strinse entrambe le mani nella mia mano, tenendola per i capelli e tirandomi su con un braccialetto. Ho tolto il braccialetto e spento il pulsante. La caccia era finita. Abbiamo lentamente navigato lungo la riva. Era molto sexy, nuota fianco a fianco con una bella schiava nuda. Posso fare sesso proprio in acqua? Ho messo la mia mano sul retro del nuotatore, l’ho accarezzata sul culo elastico.

Tenendoci per mano, siamo usciti dall’acqua. Il bracciale, per non perderlo, mi si fissò al polso. Arrivato a riva, disegnai il nudo nativo a me. Con una mano le accarezzai il seno, l’altra le schiacciò le natiche.

«Andiamo alla capanna,» disse Thuya. Si è scoperto che parla bene l’inglese.

Siamo andati alla capanna. La ragazza (nuda) è di fronte. Io (anche nudo), con gli abiti nelle mie mani, la seguii da dietro. Il mio sguardo non si staccò dalle natiche della giovane donna. E lei era allegra, a volte ballava e cantava qualcosa. Dall’esterno eravamo una vista eccellente. Una ragazza allegra di fronte e un uomo preoccupato da dietro. Ma chi potrebbe vederci qui? Solo se i miei cacciatori-raccoglitori. E dove sono?

La capanna si è rivelata un piccolo edificio in una foresta con una grande terrazza coperta. Nel mezzo della terrazza c’era un vero letto matrimoniale. È qui che Touya e io ci siamo diretti. La prima bellezza si sedette sul letto, poi si sdraiò e mi tese le mani. Mi ha chiamato. Ho perso completamente la testa con passione. Un altro secondo, sembrava, e avrò l’orgasmo. Mi sono inginocchiato davanti al corpo del nativo e ho messo la mia faccia sul suo seno. Il corpo della donna odorava di mare, sole, tropici, gioventù, bellezza e desiderio. La mia lingua toccò il suo posto intimo nell’addome inferiore. Mi prese la lingua e allargò le gambe. Ho accarezzato e accarezzato il suo fascino. Thuya gettò la testa all’indietro, le sue mani si strinsero convulsamente in pugni, i gemiti eruppero dalle sue labbra. E poi ho avuto un fallimento. Pieno fallimento della memoria.

Mi sono svegliato sul pavimento di legno, cercando di ricordare dove ero e chi ero. I ricordi hanno ostacolato il più forte dolore nella mia testa. Probabilmente, sono stato spostato da un camion, proprio sopra la mia testa. No, sono andato a riposare sull’isola. Ho scelto una bellezza, l’ho presa in mare. Siamo venuti alla capanna. Ricordo le sue gambe divaricate, la sua carne, odorosa di sole, mare e desiderio. E poi cos’è successo? Ho toccato la mia testa. Nella parte posteriore della mia testa ho sentito un grosso dosso. Chi è questo me? E dove andò Thuya? E dov’è il braccialetto blu? Sono rimasto colpito da dietro in testa e ho rubato un braccialetto e una ragazza. Ma chi? I suoi complici o cacciatori? Dobbiamo andare in albergo, almeno bere una pillola dalla testa. In qualche modo vestito, ho vagato verso l’hotel. Arrivando lì, ho iniziato a cercare Alex. Ma hanno detto che non è sull’isola, sarà solo allo spettacolo serale.

Dopo essermi riposato e aver dormito, sono andato allo spettacolo alle nove in punto. Avendo fatto l’ordine al cameriere, sono andato di nuovo alla ricerca di Alex. Era già in redingote e mi ha ascoltato senza interruzione.

«Mi dispiace, Michael, è successo.» Tui mi ha detto tutto. Hai attaccato uno dei cacciatori.

— Chi?

«Faresti meglio a non saperlo.» Perché? Tui non è sull’isola. E solo la tua parola sarà contraria. Non ci occuperemo del procedimento.

«Dobbiamo denunciare alla polizia.»

«Capisci, Michael, la polizia non ha bisogno di noi qui. Il fatto è che la nostra attività, la ricerca del sesso, come dire in inglese, non è del tutto etica. Il governo desidera da molto tempo chiudere il nostro progetto.

«E se mi uccidessero?»

«Bene, allora, senza la polizia, ovviamente, non sarebbe necessario.» E poi, Michael, è la stessa caccia. Divertimento puramente maschile. E la caccia non succede. E litigheranno e litigeranno e combatteranno.

«Chi era quello?»

«Non so davvero me stesso.» Touia ha detto che questo è un cacciatore e basta. Diede alla ragazza un braccialetto.

— Certo, ha dato. Se avesse presentato un braccialetto qui, l’avrei strangolato con le mie stesse mani. E tu non sai chi pensare.

«Stai attento, Michael.

Tornai sulla terrazza e iniziai la cena. Mark mi guardava ancora affabilmente. Gustav masticò carne, fissando dritto davanti a sé. Sicuramente è lui, l’uomo svedese. Beh, niente, se ho un bastone in mano, vediamo chi lo prenderà.

Un altro gentiluomo stava mangiando con noi. Grande, calvo, di nome «John». Americano, immagino. Si comportano ovunque come se fossero a casa. E nei modi di John c’era qualcosa di così autorevole e sicuro di sé.

Dopo cena, come ieri, Alex è salito sul palco.

«Buona sera, signori!» Oggi iniziamo un nuovo spettacolo «Catch a naked beauty». Ai tavoli abbiamo già quattro ospiti e la caccia si preannuncia molto interessante.

Alex fece una breve pausa.

— Mi piacerebbe soffermarmi su una componente così importante della tua vacanza qui come sicurezza. La nostra isola è ancora selvaggia. L’equipaggio dell’ambulanza non è qui. Anche qui non c’è la polizia. Stai attento nella foresta e nel mare. La vita di ognuno di voi, ovviamente, è assicurata dai termini del contratto. Ma. Ma stai attento e circospetto. Non abbiamo bisogno di problemi né a voi né a noi.

Successivamente, l’ospite ha parlato delle regole della caccia e abbiamo iniziato a scegliere il gioco più bello. Tui non era tra i concorrenti. Questa volta abbiamo scelto Mia. Miya era anche bella e sexy. Così ha dichiarato, indossava un braccialetto sulla gamba ed è volata giù dal palco.

La seconda caccia

Le ragazze hanno stretto la loro canzone sul cacciatore. Prima che la canzone fosse finita, John mi si avvicinò.

— C'è una conversazione seria. Propongo di sviluppare un piano a lungo termine per la caccia. Quindi prendere il gioco sarà più facile per noi. Ti invito per il mio tavolo.

Si è anche avvicinato a Mark e Gustav. Mark e io, prendendo le sedie, spostammo il tavolo di John. Gustav rimase al suo posto, avendo ordinato di più, come ieri, la vodka.

«Signori, permettetemi di presentarmi,» disse John. «Sono un colonnello delle forze armate statunitensi, in pensione.» Facciamo un piano per prendere il nostro gioco. Dopotutto, uno per uno, praticamente non abbiamo possibilità di catturarlo.

— E chi prenderà possesso del braccialetto e della ragazza?

«Quello che la prenderà per prima.» Come prescritto dalle regole. Quindi sei d’accordo?

Mark e io annuì.

«È tardi la notte.» Miya, molto probabilmente, è andato alla capanna.

Abbiamo tutti guardato lo schermo. La luce blu si spostò verso la capanna.

«Alla luce dei lampioni o del rumore di passi, la ragazza ci vedrà immediatamente attraverso,» continuò John. — Pertanto, solo una tattica sarà efficace. Attacco simultaneo sulla capanna da tre lati. Propongo il seguente piano.

Il colonnello prese un foglio di carta e disegnò il contorno dell’isola.

«Siamo qui.» La capanna è qui. Avanziamo lungo la riva, raggiungiamo il torrente, saliamo. Inoltre, qui, gira a destra e vai al punto dell’inizio dell’attacco preliminare. Inoltre, qui ci separiamo e andiamo fuori uno ad uno al posto dell’inizio dell’assalto decisivo. All’ora stabilita, siamo nello stesso tempo irruzione nella capanna. Tutto, lei non sa dove andare.

John ha esaminato scetticamente i nostri vestiti e quelli di Mark.

— Trenta minuti per tutti da equipaggiare. Ci incontriamo qui Con te per avere luci e orologi.

Mezz’ora dopo il nostro gruppo si è trasferito nella notte. Il cielo brillava di stelle, ma la foresta era assolutamente nera e buia. Prima dell’uscita, abbiamo guardato lo schermo, Mia era davvero nella capanna.

Sulla riva camminavamo in fila indiana, davanti a Marco, dietro di lui io, chiusi il gruppo un colonnello con un sigaro tra i denti. Ci siamo illuminati con le torce elettriche. Improvvisamente, Mark imprecò, il suo raggio balzò di lato. Ho acceso il suo corpo disteso sulla sabbia. Si strofinò la gamba dolorante con una smorfia di dolore.

«Michael, o prima, sei più un cucchiaio,» disse John.

Siamo andati avanti. Secondo i miei calcoli, ci sarebbe dovuto essere un flusso già da molto tempo. Ma lui non era lì. Dopo tutto, non potremmo passare senza notarlo?

«John, non c’è il ruscello.»

— Lo sarà adesso.

Sì, c’è il flusso. Poi il colonnello è andato per primo. È diventato ancora più difficile camminare. Era necessario brillare non solo sotto i piedi, ma anche sopra, in modo da non essere abbattuti da qualche ramo. Mark è caduto un paio di volte.

«Vengo da quest’isola con un invalido», brontolò.

«Non mi hai reso quasi invalido,» pensai.

Da un certo punto, portato solo al colonnello, ci siamo trasformati dal torrente in una giungla impenetrabile. È diventato praticamente impossibile andare. Ho già maledetto mentalmente John per il suo stupido piano. Alla fine, si fermò.

— Qui.

Ci siamo fermati a prendere fiato.

«Ora siamo a cento metri dalla capanna.»

Il colonnello tirò fuori lo schema.

«Proprio qui.» Forse Miya vede la luce delle nostre lanterne. Ma non è spaventoso. È abbastanza ovvio che da qui non siamo pericolosi per lei. Le nostre disposizioni sono le seguenti: Mark rimane qui.

«Come è?» Uno?

— Sì. La tua strada, Mark, sarà lì. Siamo guidati dalle stelle. Michael e io ci stiamo trasferendo qui e qui. Ecco il posto di Michele, ecco il mio. Esattamente un’ora dopo iniziamo l’attacco. Controlliamo l’orologio.

Ho attraversato la foresta maledetta, alla mia posizione. Attraverso le corone degli alberi, le stelle erano visibili, poi no.

All’ora stabilita, «sono andato all’attacco». Cento metri di giungla impraticabile. Aggrappandomi alle radici, ai rami e cadendo, mi feci strada attraverso il boschetto. Non c’era nessuna capanna. Probabilmente, oltre. Ma ancora più lontano non lo era. C’era solo una foresta ovunque. Sono andato a sinistra, poi a destra, fino a quando ho capito che ero perso. La capanna era sparita da qualche parte. Ma la capanna è una capanna, ma come troverò la strada di casa per l’hotel?

«Ehi,» ho urlato.

Forse i miei fratelli, i cacciatori, mi sentiranno?

«Ehi,» una voce fanciulla da ragazza improvvisamente rispose da qualche parte sul lato.

Questa è Miya!

«Miya, aspetta!»

— Ehi!

— Mia?

— Ehi!

La voce si stava avvicinando, poi si ritirò. Ha giocato con me. A volte mi sembrava di poter vedere il suo corpo nudo alla luce di una lanterna. Quelle alte mammelle ondeggianti, poi fuggono da me le natiche e le cosce della ragazza. Poi Miya smise di rispondere, apparentemente, era annoiata dal gioco.

Stava già iniziando a sorgere quando in qualche modo arrivai al fiume, e poi al mare. Nell’hotel sono tornato brutalmente stanco e arrabbiato. Nella terrazza del ristorante sedeva al suo tavolo un colonnello. Bevve il caffè imperturbato e fumò un sigaro.

— John! Hai preso Mia? Dov’è Mark?

— L’operazione non è riuscita. I civili, tu e Mark, erano disposti.

«Hai visto Mia?»

— All’ora stabilita, sono andato alla capanna. La ragazza era lì. Corse di lato da dove veniva Mark, ma Mark non si fece vedere. Lui, come te, ha perso la sua strada.

John ha suonato un anello circolare di fumo verso l’alto.

— Beh, c’è una possibilità di essere riabilitati. Lo prenderemo nel pomeriggio. Ora siamo andati a riposare, ci incontreremo qui tra due ore. Da nessuna parte il nostro gioco andrà via da noi.

Ok, divertiamoci dopo. Due ore dopo, Mark e io ci sedemmo al tavolo di John. Un foglio di carta giaceva davanti al colonnello.

«Il gioco è ora sulla riva della laguna.» Dormire o riposare, magari fare il bagno. La avvicineremo da qui, dalla foresta. Ci avvicineremo non insieme, e con un certo intervallo, a una catena, per così dire. Il nostro compito è spingerlo nell’acqua. Tutti possono nuotare?

Mark e io annuì.

«Stiamo portando la partita in acqua.» Uno di noi, diciamo, Mark, va direttamente da lei, nell’acqua. Michael ed io andiamo in giro per il nativo da entrambi i lati, anche entrare nell’acqua, portarlo sul ring. Su tre lati nuotiamo verso la ragazza e la prendiamo. Semplicemente non ha dove andare.

John ci ha guardato. Il piano sembra essere stato ragionevole. Ma anche il primo piano sembrava corretto.

L’inizio del piano del colonnello è andato bene. Abbiamo lasciato la foresta sulla spiaggia proprio di fronte al luogo in cui Miya nudo era seduto sulla spiaggia. Vedendo che noi tre e tutti i modi per la foresta erano stati tagliati, la ragazza si gettò in mare. Mark la seguì, e io e John ci allontanammo lungo il tumulo della laguna e entrammo anche nell’acqua. Il nativo era sul ring. E l’anello cominciò a ridursi. Noi tre siamo salpati per la ragazza e tutti volevano afferrarla per prima. Miya guardò l’uno, poi un altro cacciatore in picchiata, perplesso. Lei, probabilmente, ha scelto, con chi ha senso competere.

E poi è successo qualcosa di inaspettato. Mia si abbassò. Non è andata sott’acqua, ma si è davvero tuffata. La prima metà della ragazza saltò fuori dall’acqua, compresi i suoi seni sexy. Lei pompò la bocca violentemente. Poi Mia fece una oscillazione e la sua testa andò nell’acqua, esponendo gli uomini per un culo appetitoso. Le gambe snelle di una donna lasciate sotto l’acqua. Ci siamo tutti tuffati dietro di lei. La profondità in questo posto è stata grande. La bellezza nuda si precipitò verso il fondo. Potrei solo tuffarmi di pochi metri. Le orecchie versate sotto pressione, acqua salata dell’oceano spinto fuori. Potevo solo osservare come le gambe e le natiche delle donne funzionassero potentemente, spingendo il corpo di Mia prima dentro e poi di lato. Ha nuotato nella direzione di Mark. Qui la ragazza nuotò tranquillamente sotto di essa e si precipitò a riva. Raggiungici non è stato possibile. Siamo di nuovo rimasti con il naso. Qui mia va a terra, così flessibile, forte e… nuda. L’acqua drena sulla sua pelle liscia e leggermente scura. Mia ride, ci manda un bacio d’aria. Il gioco è volato via.

La terza caccia

Nel terzo spettacolo per me sull’isola, Tuy ha partecipato di nuovo. E lei ha vinto di nuovo. Il primo posto è stato dato a lei. E Gustav, Mark e John. E, naturalmente, lo sono. Avendo ricevuto un bastone sulla testa, ho vissuto fisicamente la bellezza e la sessualità della ragazza. Ora volevo solo lei.

Tuya nudo scivolò nella foresta. Il coro delle ragazze cantava del cacciatore. Il colonnello mi ha invitato di nuovo ad un incontro. Ma ho rifiutato e sono andato a letto. Sapevo già dove e quando avrei incontrato la mia bella donna.

La mattina presto ho trovato Tuyu nello stesso posto dell’ultima volta. La ragazza nuda era seduta su un tronco e fissava l’acqua. Vedendo l’uomo, balzò in piedi, ma quando mi riconobbe, sorrise e lentamente entrò nell’acqua. Dopo una breve partenza dalla costa, il nativo si distese sulla sua schiena, toccando delicatamente l’acqua tra le mani e i piedi. Il suo sguardo disse: «Vieni da me». Mi spogliai, mi tolsi il costume da bagno e balzai in acqua. Ho presto raggiunto la ragazza. Si tolse il braccialetto, premette il pulsante e me lo porse.

Abbiamo fluttuato con Tui vicino, lei è anche sulla schiena. L’acqua le usciva dal collo, sfiorando i seni meravigliosi, lavando lo stomaco e lasciandosi tra le gambe in mare.

«Sei bella, Thuya.»

— Sì, lo so.

«Quanti anni hai?»

— Venti.

— E io vengo dalla Russia.

— Russia? È lontano, nel nord?

— Sì.

Ora, quando la ragazza si arrese volontariamente, improvvisamente trasalii e non sapevo come avvicinarla. E l’intimità del corpo femminile nudo eccitato estremamente. Ho provato a nuotare in modo che la ragazza non l’abbia visto.

«Perché non sei scappato da me oggi?»

«Perché mi hai catturato qui l’altro ieri.» Tu possiedi un braccialetto e io.

«E chi mi ha attaccato allora, nella capanna?»

«Mi è stato detto di non parlarne.»

— Ok, non dirlo. Dovremmo navigare fino alla riva?

«Abbiamo navigato, solo che non andiamo alla capanna, è pericoloso lì.»

— E dove?

«Ti porto alla Robinson’s Cave.»

«Viveva su quest’isola?»

«È quello che dicono.»

Siamo andati a riva e camminato lungo la sabbia calda, bellezza nuda di fronte, ho seguito. Decisi di non vestirmi e di camminare anche nudo, tenendo gli abiti tra le mani. Eravamo qui con Tui come in Paradiso, come Adamo ed Eva. Due persone primitive nude su una bellissima isola tropicale. Insieme in tutto il mondo. No, tra i cespugli c’erano cacciatori in agguato, che desideravano portare via il mio braccialetto e la mia donna da me. Ma questa volta sarò cauto e riuscirò a difendermi da solo. Ho seguito una ragazza bellissima e non riuscivo a staccare gli occhi dalle sue natiche.

Dopo la spiaggia, si ergeva una collina sassosa. Thuya si arrampicò e io, da gentiluomo, da dietro e sotto. Le sue gambe e il suo sedere erano proprio davanti ai miei occhi. A volte potevo vedere i posti intimi rosa di una bella donna.

Cave Robinson era un posto abbastanza carino. Si sentiva accogliente e al sicuro. Un arco alto, una piccola terrazza, una splendida vista sul mare, trasformarono la grotta in una suite di prima classe. Aveva anche un ampio divano con un materasso. L’assenza di raggi di sole bruciati del sole ha reso la permanenza nel rifugio semplicemente meravigliosa.

Tuy si sedette sul bordo del divano, e poi cadde all’indietro, invitandoci a continuare il nostro incontro dal momento in cui fummo interrotti. Ho approfittato volentieri dell’offerta di una giovane donna. Di nuovo questo familiare odore di mare, sole, tenerezza e amore. Mi piacevano le mie carezze, mi prendeva i capelli e gemeva. Ho baciato teneramente e lentamente accarezzato il linguaggio del suo fascino. Poi ho iniziato a farlo con passione e passione. Ben presto la caverna della mia donna fu riempita da un delizioso vino d’amore. Questo vino ha suscitato e attratto. Era inebriante. Potrei assorbirlo all’infinito.

Бесплатный фрагмент закончился.
Купите книгу, чтобы продолжить чтение.
электронная
от 396
печатная A5
от 486